Tutte le cose belle, alla fine, finiscono — L’impero cadente

Onda Lucana

DMITRY ORLOV
cluborlov.blogspot.com

Sconosciuta ai più, la Terza Guerra Mondiale ha imperversato, fino ad ora, per quasi trent’anni dal crollo del Muro di Berlino. Era stata preceduta dalla Guerra Fredda, che era terminata quando Mikhail Gorbachev si era arreso all’Occidente, con la conseguente, confusa, dissoluzione del Patto di Varsavia. Nonostante questa capitolazione, l’Occidente non aveva mai abbandonato il suo progetto di distruggere il Patto di Varsavia, insieme a quel che rimaneva dell’ex Unione Sovietica, per poi conquistare e smembrare la Russia stessa. In mancanza di minacce militari da oriente, la NATO, insieme alla sua gemella parassita, l’Unione Europea, si era incessantemente espansa ad est, ingoiando una nazione dopo l’altra. Fino ad ora ha conquistato l’intero Patto di Varsavia, più la Moldova e i tre Stati Baltici ed è alla caccia delle ultime briciole dell’ex Unione Sovietica: Ucraina, Georgia ed Armenia. La ragione per cui nessuno in Occidente si è reso…

View original post 1.518 altre parole

La Grata

Onda Lucana

grid-1709851_960_720.jpg Immagine tratta da repertorio Web

La Grata
Tratto da:Onda Lucana®by Giuseppe Surico
Da dietro la grata della finestra,
protetta dalla zanzariera,
per gli insetti sgraditi da noi,
perché fastidiosi.
Osservo il cielo dopo una tempesta d’estate:
il cinguettio dei passeri,
lo squittire delle rondini,
il gracchiare dei corvi!
Mentre fuori l’affaccendarsi degli uomini,
tenuti fermi dalla pioggia scrosciante ,
appena passata,
per preparare l’evento della serata:
il bel canto,
scenario migliore di un vicolo
diventato piazza, senza un nome
forse è suo destino
essere vicolo bello e piazza senza nome.
Riacquisto la libertà uscendo dalla porta,
libero di muovermi,
o di stare dietro una grata!
Vedo il canarino rinchiuso in una gabbia,
sopra un balcone non per sua scelta!
Quanti di noi son canarini,
chiusi in gabbia,
accecati dalla vita,
senza libertà;
al canarino è reale quella nostra è mentale:
maledetta mela,
quanta crudeltà!!!
Tratto da:Onda Lucana®by Giuseppe…

View original post 1 altra parola

Risotto ai fiori di zucca e zafferano

Onda Lucana

Risotto ai fiori di zucca e zafferano

Tratto da:Onda Lucana® by Pina Chidichimo

Ingredienti per 4 persone:

  • – 350 g. di riso per risotti;
  • – 2 mazzetti di fiori di zucca;
  • – 1 cipolla piccola;
  • – 1 bustina di zafferano;
  • – brodo vegetale;
  • – olio extravergine di oliva;
  • – burro;
  • – parmigiano grattugiato.

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo.jpg Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2018

Procedimento

Fate appassire la cipolla tritata in 4 cucchiai di olio; aggiungendo i fiori di zucca, precedentemente mondati e tagliati a listarelle, e lasciate cuocere per 10/15 minuti, unendo un pò di brodo.

Aggiungete il riso, fatelo insaporire e portate a cottura unendo il brodo poco per volta. Qualche minuto prima del termine della cottura, inserite zafferano e aggiustate di sale.

Quando il riso sarà cotto, spegnete e per concludere amalgamate con un pò di burro, qualche cucchiaio di parmigiano, mescolate e portate subito in…

View original post 8 altre parole

Quanto è potente la mafia nigeriana in Italia (e come fa soldi) — Blondet & Friends

Onda Lucana

Traffico di sostanze stupefacenti, tratta degli esseri umani, sfruttamento della prostituzione​. Sono le attività principali dei gruppi criminali nigeriani e del centro Africa presenti in Italia

Traffico di sostanze stupefacenti, tratta degli esseri umani, sfruttamento della prostituzione. Sono le attività principali dei gruppi criminali nigeriani e del centro Africa presenti in Italia, gruppi che – secondo l’ultima relazione della Direzione investigativa antimafia – continuano a “distinguersi per le modalità particolarmente aggressive” con le quali portano avanti i propri affari.

Il loro radicamento in Italia è emerso nel corso di diverse inchieste, che hanno confermato “la natura mafiosa” della consorteria, ribadita da diverse sentenze. Il gruppo più forte e pericoloso resta il “Black Axe”, “il cui vincolo associativo – sottolineano gli analisti della Dia – viene esaltato da una forte componente mistico-religiosa”: nato a Benin City negli anni ’70, da noi risulta attivo per lo più a Torino, Novara, Alessandria, Verona, Bologna, Roma, Napoli e Palermo.

L’ammissione all’organizzazione è subordinata a…

View original post 311 altre parole

PIPE RIGATE CON INSALATA

Onda Lucana

PIPE RIGATE CON INSALATA

Tratto da:Onda Lucana® by Pina Chidichimo

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 400g di pipe rigate;
  • 200g di pomodorini a ciliegia;

  • 200g di olive snocciolate;

  • 200g di ciliegine di mozzarella;

  • 3 scatolette di tonno al naturale da 80g l’una;

  • origano;

  • olio extravergine di oliva;

  • sale.

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo.jpg Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2018

Procedimento

In una grande terrina, mettete tutti gli ingredienti per l’insalata: le mozzarelline tagliate a metà, i pomodorini lavati e tagliati a spicchi, le olive, il tonno ben scolato.

Unite l’origano e un pò di olio e lasciate riposare. Nel frattempo fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela al dente e raffreddatela velocemente sotto un getto di acqua fredda.

Trasferitela, quando sarà ben scolata, nell’insalatiera con gli altri ingredienti. Versate un altro dose di olio, mescolate delicatamente e lasciate riposare in frigorifero per circa mezz’ora, o un’ora, prima di…

View original post 10 altre parole

Mafaldine al ragù di coniglio

Onda Lucana

Mafaldine al ragù di coniglio

Tratto da:Onda Lucana® by Pina Chidichimo

Ingredienti per 4 persone:

  • 320g di mafaldine;
  • 250g di carne tritata di coniglio;
  • 400g di passata di pomodoro;

  • 1 cipolla;

  • 1/2 bicchiere di vino bianco;

  • salvia;

  • timo;

  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;

  • parmigiano grattugiato;

  • sale.

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2018

Procedimento

Fate soffriggere la cipolla tritata con l’olio; unite la carne di coniglio e fatela rosolare alcuni minuti. Versate quindi il vino e, una volta evaporato, aggiungete la passata di pomodoro, il sale, alcune foglioline di salvia e di timo, un pò di acqua.

Lasciate cuocere a fuoco lento e coperto per circa 50/60 minuti; quando il ragù avrà una gusta consistenza, spegnete il fuoco. Intanto portate ad ebollizione abbondante acqua salata e fatevi lessare le mafaldine.

Scolatele al dente, conditele con il ragù di coniglio e il parmigiano, e…

View original post 15 altre parole

SCANDALO URANIUM ONE: nuovi dettagli sul ruolo dei democratici. — GeopoliticalMind

Onda Lucana

Mentre i media mainstream continuano a ossessionare gli USA per i rapporti con la Russia, dietro le quinte, molto lontano dalla vista di CNN e MSNBC, lo scandalo Uranium One chiama in causa l’amministrazione Obama in qualità di sottoscrittori di un accordo che ha consegnato a una società controllata dalla Russia il 20% delle riserve di uranio americane nonostante l’esistenza di un’indagine dell’FBIsu presunti episodi corruttivi, estorsioni e riciclaggio di denaro sporco. Ma la CNN così come i media Italiani si guardano bene dall’informare le rispettive plateee perché andrebbero forse a danneggiare i democratici già sulla strada del tracollo.

hannity-01_09_52-am-804x452

Ormai siamo sicuri che la maggior parte di chi sta seguendo attentamente la vicenda sia consapevole del fatto che la firma di Obama per l’esecuzione dell’operazione Uranium One abbia apparentemente  fatto confluire alla Fondazione Clinton circa 145 milioni di dollari in donazioni e un concerto da 500.000 dollari…

View original post 1.015 altre parole

NON VI DIMENTICHEREMO MAI!

Onda Lucana

173756949-2fe0d5ec-11ce-4712-9532-40394cd41f60.jpg Immagine tratta da repertorio Web dai fatti di cronaca di quei giorni

NON VI DIMENTICHEREMO MAI!
Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna
 
Ciccio, Tore,
già qualche anno è passato
da quando nella voragine di quel maledetto caseggiato
nella città abbandonato, uno dietro l’altro siete precipitati!
 
Degli anni, d’allora son passati,
mai noi ancora, né mai, vi dimentichiamo.
 
Pur non avendovi visto in quella gola infernale,
le vostre pene atroci…, ancora immaginiamo
e ancora tanto ci rattristiamo!
 
Soli, al freddo, al buio,
con le ferite doloranti per la caduta
e con della morte addosso la paura!
 
Lunghe, interminabili ore di sofferenza e di terrore
la vostra innocenza implacabili dilaniavano…1
 
Tanti dappertutto a cercarvi, invano si prodigavano,
anche se in mezzo e sotto di loro, inermi, giacevate!
 
Di terrore mai sopito
le vostre agghiaccianti urla
ancora sentiamo nel cuore laceranti…!
 
Però la pena…

View original post 61 altre parole

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: