I calanchi lucani e la chiesa di Anglona

La chiesa appare come un’isola, quasi un miraggio. Anglona è un approdo felice dopo la navigazione in un mare in tempesta. La tortuosa strada di Tursi si divincola tra i bianchi marosi dei calanchi lucani che la assediano. Uno spettacolo della natura. Ai lati del colle scorrono le bianche fiumare del Sinni e dell’Agri. Sullo sfondo del Mar Jonio il paesaggio si distende e si riappacifica. Le terre della bonifica si arenano rispettosamente davanti all’ultimo lembo della pineta costiera. La striscia verde del Bosco di Policoro prelude all’azzurro marino.

I calanchi di Anglona

Santa Maria Regina di Anglona

Il santuario di Anglona

La chiesa di Santa Maria di Anglona si staglia isolata sul colle con le sue architetture romaniche: il portale ad arco, il nartece quadrangolare che si stacca dalla facciata, la volta crociata, il campanile con le sue bifore, il fianco sagomato dalla navata, la bellissima abside adorna di…

View original post 517 altre parole

Cucina Regionale Basilicata – Gnummarreddi

A Tavola!

clip_image002

Cucina Regionale Basilicata

Gnummarreddi

Ingredienti

Capretto o Agnello,
400g di intestini ed animelle
Aglio
Lardo
Prezzemolo
Peperoncino

Istruzioni

Sciacquate le interiora molto bene e poi lasciatele a bagno per 12 ore in una scodella con acqua e sale. Trascorso il tempo indicato, asciugatele con un panno e tenete da parte le budelline e la rete. Riducete a pezzetti le interiora rimaste. Dividete la rete in 4 pezzi di circa 20cm, sistematevi sopra le interiora, una fettina d’aglio, una di lardo, un mazzettino di prezzemolo e un pò di peperoncino. Avvolgete e legate forte con le budelline. Arrostite gli involtini sulla brace oppure rosolateli in padella con un fondo di olio d’oliva, cipolla tritata, alloro e infine una spruzzata di vino rosso o aceto.
clip_image004

View original post

Cucina Regionale Basilicata – Capretto o agnello al forno con lampascioni

A Tavola!

Cucina Regionale Basilicata

image
Capretto o agnello al forno con lampascioni
Ingredienti:
500 g di capretto o agnello,
300 g di lampascioni,
formaggio pecorino grattugiato,
prezzemolo,
aglio,
rosmarino,
salvia,
aceto,
mollica di pane,
pepe,
olio di oliva,
sale..

Tagliate a pezzi il capretto, fatelo marinare per un’ora in acqua, aceto, rosmarino, salvia. Mondate i lampascioni, lavateli e lasciateli in acqua fredda per mezz’ora. Prendete il capretto, asciugatelo e mettetelo in una teglia; aggiungete i lampascioni tagliati a spicchi grossi, aromatizzate con aglio, prezzemolo tritato. Irrorare con l’olio, pepate e cospargete con la mollica di pane e pecorino Cuocete in forno per il tempo necessario e aggiungete un poco di acqua se dovesse asciugare troppo. Servite caldo.
image

View original post

RISOTTO CON SALSICCIA DEL POLLINO — Onda Lucana

RISOTTO CON SALSICCIA DEL POLLINO Tratto da:Onda Lucana by Pina Chidichimo Questo risotto è molto semplice, ma dal sapore inconfondibile grazie ad un ingrediente particolare: la salsiccia del Pollino. Questo insaccato viene prodotto nei paesi del parco Nazionale del Pollino, con carni di ottima qualità, con l’aggiunta di peperone secco macinato e finocchietto selvatico. E’... Continue Reading →

I tuoi 40 anni

vaninarodrigo

Quando arriverai a quarant’anni  non ti preoccuperai più del tuo aspetto fisico, perché avrai capito che la vera bellezza passa da un’altra parte.

Ti curerai, certo che lo farai! Inizierai a occuparti della tua salute, di una alimentazione sana, di fare un minimo di sport, perché fa bene, e stare bene è molto più figo che essere fighe!

Avrai capito chi sono le persone che tengono veramente a te, nonostante tu sia ancora più diretta di prima.

Da tempo hai superato le tue insicurezze, e le hai fatto diventare punti di forza.

Sarai un riferimento per poche persone, che poi sono le più importanti della tua vita.

Lascerai parlare l’idiozia e riderai con più gusto, perché se c’è una cosa che hai imparato in questi anni è che ridere ti fa bene, a te e a chi ti circonda.

Inizierai a provare nuovi interessi, lontani da quelli che avevi una…

View original post 233 altre parole

CICORIA E FAGIOLI

Onda Lucana

CICORIA E FAGIOLI

Tratto da:Onda Lucana®byNicola Gallo

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di cicoria;
  • 500g di fagioli lessati;

  • 100g di pomodorini;

  • 1 spicchio d’aglio;

  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva;

  • 1 peperoncino;

  • sale qb.

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Nicola Gallo.jpg Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Nicola Gallo 2018

Procedimento

Pulite e lavate bene la cicoria, portate ad ebollizione l’acqua in una pentola molto capiente, per poi aggiungere la cicoria, cuocete per 5 minuti, intanto, in una padella soffriggete nell’olio l’aglio, i pomodorini e i fagioli già lessati, per circa 5 minuti .

Unite la cicoria agli altri ingredienti e finite di cuocere per altri 5 minuti,con un’altra dose di sale e il peperoncino.

Servite calda oppure fredda nel periodo estivo.

Tratto da:Onda Lucana®byNicola Gallo

View original post

A NOBILTA’

Onda Lucana

Copertina Frammenti Rotondesi by Peppe Bruno

A NOBILTA’

Tratto da:Onda Lucana® by Peppe Bruno

A nobiltà,da dunne iè benuta,

iè nu cunto chi n’è s’accatta e n’è se bennuta.

A nobiltà iè na crianza chi nasce nda l’anima e ba nda cuscienza.

Po’, quiddru c’amministra iè u ciriveddru.

Pi quissu iè nu cuntu c’appartene u povereddru picchi diddru, essendu umile e mudesto iè nu cristianu unesto.

Nunn’ha bisogno di tituli p’adesse na persona nobile.

Nunn’è duca, ne’ conte e ne’ marchisu, ca si sente nobile sulu pi turnisi.

U munnu di viventi iè fatt i ssi cose, zunpa cu po.

Ma a quiddru versu a intra u cimiteru, sumu tutti i na manera.

Tratto da:Onda Lucana® by Peppe Bruno

Frammenti Rotondesi-raccolta di poesie di Peppe Bruno

View original post

Marione

Onda Lucana

37045802_2012642538748362_7781557872139173888_n.jpg Vignetta tratta da repertorio by Marione 2018

Tratto da: Onda Lucana® by Marione@marionecomix

Anche basta #maglietterosse, anche basta ipocriti buffoni, anche basta #feccialiberista.
‪Chi ama il prossimo non lo vuole in catene.
‪L’immigrazione deve essere controllata e chi entra (per necessità) nel nostro paese ha diritto ad una esistenza dignitosa.
#SchiavistiPiddini

View original post

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: