“A mastr’cusëtor'”(La sarta di un tempo)

Onda Lucana

“A mastr’cusëtor'”(La sarta di un tempo)

Tratto da:Onda Lucana®by Franca Iannibelli

Per vestirsi oggi, basta avere soldi in tasca e scegliere, un negozio di abbigliamento, ed è subito esaudito un bel desiderio in tempo reale.

Negli anni 60, nei nostri piccoli paesi, non c’erano boutique alla moda; per cui bisognava adattarsi con i negozi esistenti, che di solito vendevano tessuti, chiamati: “u pannaccer” o i “mastr’sart“, le sarte e i sarti, che con le loro macchine da cucire a pedali, grosse forbici e tanta esperienza, confezionavano abiti su misura.

La sarta e il sarto erano dei veri professionisti, avevano gran gusto nel realizzare gli abiti. Inventavano modelli, tagliavano, imbastivano, misuravano, modificavano e realizzavano capi di classe per ogni occasione. Avevano dei grandi cataloghi campionari dove i clienti benestanti sceglieva la stoffa per realizzare cappotti o vestiti.

Ferrodepassar

A “sart” aveva “i discipulë

View original post 300 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: