A MATIN

Onda Lucana

A MATIN

Tratto da:Onda Lucana®by Angelo Viccari

A matin ndu pais mej

send u frusc du vend

u c’c’ lijzz di pull,

u bbaj d’angun can e

u cand du gall.

Sembrn bbannist senza

pagaturij e ven’n f’rmat

du passà d’anguna vttur.

Poch guagniun, tropp marrun

e ppur du pais mej s vid’d

u mar e s send’d a ddor di vosch

e ogn tand a roiatin

d l’acq ndi foss e

poch vot u rumor di scarp.

LA MATTINA

La mattina nel mio paese

sento il rumore del vento

il cinguettio degli uccelli

e l’abbaiare di qualche cane

e il canto del gallo.

Sembrano bandisti senza paga

e vengono fermati dal passaggio

di qualche vettura.

Pochi ragazzi, troppi vecchi

eppure dal mio paese si vede

il mare, si sente l’odore dei bochi,

ogni tanto il rumore

dell’acqua nei fossi

e poche volte il tacchettio delle scarpe.

Da:…

View original post 81 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito con tecnologia WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: