Notre-Dame al rogo, disastro perfetto

Onda Lucana

Alla fine sarà convenuto a tutti. Un disastro immane ma circoscritto e breve, dalla “bellezza sublime” avrebbe detto – non capito neanche ‘sta volta – Gillo Dorfles. Innocuo. Senza morti e feriti, senza sfollati, nessuno ha perso la casa.

Perfetti pure data e orario: cielo sgombro da nubi e prima chiaro e dopo scuro il giusto per riprese ideali da ogni dove. Sembra tutto organizzato come sul set di un film: i pompieri – almeno due loro caserme stanno proprio dietro l’Opera – li diresti appena usciti dal trucco, lavorano con certezza chirurgica manovrando lunghi tentacoli bianchi.

Intorno niente polvere, nessuno grida, nessuno scappa. Bocche aperte. Il popolo spettatore ordinato in fila sulle Rive-Gauche e Droite a puntare smartphone e lacrime. I francesi che non s’incazzano.

Chi prega lo copiano subito. Interviste a migliaia: nessuno spinge, i microfoni non mancano. Dicono tutti le stesse cose in tutte le lingue…

View original post 365 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: