A MIO PADRE EMIGRANTE

Onda Lucana

A MIO PADRE EMIGRANTE

Tratto da:Onda Lucana ®by Giuseppe De Vita-Avigliano (pz)

Non credevi

fosse così duro “ire a La Merica”.

Ti spingeva

l’incoscienza dell’amore.

Il fuggire

il soffrire

ti assolveva dall’impotenza della miseria

ti conferiva sembianze di eroe

ti faceva piccolo

e ti perdevi per amore.

I tuoi sogni

pieni di morsi, di distanze,

diventavano grandi,

si affidavano al vento,

(che) lieve, nelle notti d’inverno

ci bussava alle imposte

ci impauriva

ci carezzava

ci parlava di te.

Tratto da:Onda Lucana ®by Giuseppe De Vita-Avigliano (pz)

Poesia finalista del Premio Auletta-Comune di Auletta (SA)

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: