CIAMBELLA ZEBRATA — Onda Lucana

CIAMBELLA ZEBRATA Tratto da:Onda Lucana®by Terry Ferrara Ingredienti: – 200 gr. di burro morbido; – vaniglia; – un pizzico di sale; – 455 gr. di farina; – 250 gr. di latte intero; – 5 uova medie; – 1 bustina di lievito; – 300 gr. di zucchero; – 30 gr. di cacao amaro; – altri 15 […]... Continue Reading →

Annunci

La festa della donna

Enterprises...

Ogni anno, l’8 marzo, c’è la festa della donna. E ogni anno, dall’8 marzo, iniziano le polemiche. Ma facciamo prima un po’ di storia, e vediamo a cosa sono dovute le polemiche.

Il significato della “giornata internazionale della donna” è quello di ricordare le conquiste politiche, sociali ed economiche della donna e le violenze che hanno subito nella storia.

Ma intanto, perché si festeggia l’8 marzo?

C’è un po’ di confusione su questo: diciamo che ci furono due incendi, uno l’8 marzo del 1908, alla filanda tessile Cotton di New York, senza vittime, e uno del 25 marzo 1911, nella fabbrica Triangle, sempre a New York, con 146 vittime (123 donne e 23 uomini), per la maggior parte giovani immigrati italiani ed ebrei.

I fatti che hanno realmente portato all’istituzione della festa della donna sono in realtà più legati alla rivendicazione dei diritti delle donne, tra i quali il diritto…

View original post 770 altre parole

La Madonna Nera di Viggiano — Onda Lucana

https://www.youtube.com/embed/RJQtbJKyE1A?version=3&rel=1&fs=1&autohide=2&showsearch=0&showinfo=1&iv_load_policy=1&wmode=transparent La Madonna Nera di Viggiano (Le belle immagini della Lucania) Tratto da: Onda Lucana®byAntonio Morena Viggiano (pz), la festa della Lucania si racchiude con l’evento diviso in due momenti; quello della prima domenica del giorno 06 maggio (processione in ascesa) e quello della prima domenica del giorno 02 settembre (processione in discesa). La Madonna... Continue Reading →

Madonna nera di Viggiano – Festa e processione

ANTONIO DE LISA - SITO PILOTA / PILOT SITE / SITE PILOTE

La Festa della Madonna Nera di Viggiano e la sua processione

Ha l’incarnato olivastro e le fattezze di una madre amorevole che tiene sulle ginocchia Gesù Bambino, è la patrona e regina delle genti lucane così come ebbe a definirla San Giovanni Paolo II e come tale è celebrata e onorata. È la Madonna nera di Viggiano, il cui culto è forse il più sentito in Basilicata e ogni anno è la protagonista di ben due suggestive processioni che si svolgono rispettivamente la prima domenica di maggio (6 maggio 2018) e la prima domenica di settembre (2 settembre 2018).

È una festa, un atto di fede e insieme una grande fatica perché il santuario del Sacro Monte di Viggiano dove è custodito il simulacro, rigorosamente in stile bizantino e rivestito di oro zecchino, è situato nella valle dell’Agri a 1725 metri s.l.m. e a 12 km da Viggiano. La processione…

View original post 239 altre parole

Le belle immagini della Lucania — Onda Lucana

Le “Murge”di Terranova di Pollino Tratto da: Onda Lucana®by©Antonio Morena Le “Murge”, quelle di Terranova di Pollino in provincia di Potenza si aprono al visitatore attraverso una diversificazione di panorami e scenari unici. Si possono incontrare habitat con la presenza di rocce calcarea-dolomitica-sedimentarie, fino alle laviche dovute all’attività di vulcani sottomarini dell’era mesozoica, per poi... Continue Reading →

Lucanum, il gioco della Basilicata incontra le Pro Loco Lucane — Radio Laser

Lo storico castello Fittipaldi – Antinori di Brindisi Montagna, da poco restituito alla comunità locale, ospiterà l’evento “LUCANUM – Il gioco della Basilicata – INCONTRA LE PRO LOCO LUCANE” organizzato dalla Pro Loco di Brindisi Montagna in collaborazione con l’amministrazione comunale, l’UNPLI Basilicata e con il patrocinio della fondazione Matera-Basilicata 2019. L’appuntamento è per domenica… via... Continue Reading →

Not only Matera (Livello B1/B2).

languageclassinitaly.com

Matera (in the region of Basilicata) is one of the longest inhabited cities in the world— people have been living there since the Paleolithic period. It’s a Unesco World Heritage site that has inspired writers and movie makers and it is also officially become the European Capital of Culture in 2019.

Here inMateratime continues to flow slowly; walking through the white narrow streets you will have the possibility to admire the beauty of its homes carved in the rock, the underground churches, the thirteenth-century cathedral and the incredible landscape that surrounds the city

In italiano

Matera è di pietra. Matera è una città scavata nella pietra. Nei sassi. Nei sassi di Matera. Particolare, unica certamente, eppure fino a pochi anni fa nessuno sapeva dove si trovasse.

Nel 1993 tutto cambia:
l’UNESCO dichiara i Sassi di Matera Patrimonio Mondiale dell’Umanità,il 6° sito in Italia in ordine…

View original post 446 altre parole

Sofia raggio di sole-La principessina bambina

Onda Lucana

L’ASSOCIAZIONE CIECHI, IPOVEDENTI ED INVALIDI LUCANI

ACIIL ONLUS-PUBBLICA:

SOFIA RAGGIO DI SOLE

DI

VITO COVIELLO

Ogni riferimento a fatti, luoghi, persone o cose è puramente casuale.

Hanno collaborato alla trascrizione di questo libro i volontari del servizio civile:

fabrizio ileana, possidente luciacarmen, tomacci argenzia, zaccagnino antonella, zaccagnino marilena, con la supervisione di cancellara lucia

QUARTA DI COPERTINA

Sofia Raggio di Sole e altri racconti è una serie di storie e favole tratte dai ricordi dell’autore e da quella voglia di sognare con gli occhi innocenti della meraviglia.

Ha come protagonisti due bambini, Sofia e Nicolò, a cui l’autore ha voluto dedicare la stessa raccolta.

L’autore Vito Antonio Riadono Coviello è nato ad Avigliano il 4/11/1944 in provincia di Potenza, vive a Matera dalla nascita, dove si è sposato e ha avuto una bambina. Per un glaucoma cortisonico è diventato completamente cieco, ma nel suo buio ha iniziato a condividere quello…

View original post 231 altre parole

DONNA DI SOCIETA’

Onda Lucana

DONNA DI SOCIETA’

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

La nostra vita scorre e non la vedi a volte ti domandi se ha un senso,

il mondo appare tuo e non ci credi, io mi chiedo spesso se tu mi pensi.

Anche il fiume ha una strana sorte e non vede, il suo sbocco al mare

come noi, subisce un grave torto, un amore che scorre deve fermare.

Io con te, di questo mondo strano ho giocato salvando le apparenze

e quando tu stringevi la mia mano, ignoravo anche la tua convenienza.

Da cinque anni noi stiamo insieme e ti sei invaghita di questa società,

ti esprime solo quando ti conviene non ti ribelli mai al male che ci fa.

Ti sei omologata, alla gonna corta, i tuoi seni nudi: conquistata libertà

se io ho lasciato il nome sulla porta, tu scusami per il fastidio che ti da.

View original post 139 altre parole

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: