LA TRISAIA

Onda Lucana

47680600_2272793176291262_7178643866503872512_n.jpg

LA TRISAIA

Tratto da:Onda Lucana® by Domenico Friolo

Cantavano e vibravano cicale

su ulivi maestosi: antichi.

Mandorli invitanti, dai bei fiori

annunciavano coi tepori primavera.

L’ albero in attesa di donare

fichi bruni e verdi, si vestiva di foglie

quanta dolcezza da cogliere

Ondeggiavano sulla infinita distesa,

di giovani spighe di grano Cappella

e le distese di piantagioni di tabacco

da raccogliere, per poi farne serte

da porre al sole ad essiccare.

I profondi pozzi donavano al secchio

acque pure e fresche dalla falda,

toccasana e refrigerio per la Trisaia:

Terra dei tre Santi dominata dai resti

della antica città di Epeo: Lagaria,

a oriente, scorreva maestoso il fiume.

Sulle rive del Sinni, coltivazioni fiorite

di bianca bambagia, il cotone pregiato.

Terra di incontri e di fiere note,

dove lavoratori stagionali

calavano dai monti o giungevano dalla arida terra della vicina Puglia,

luogo dove veniva venduta la produzione

del tabacco…

View original post 62 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: