la luna ferma sulle grate

LATITUDINI E ALTRE PAROLE

dalle biciclette usate
che accadono inconsapevoli
ai binari di passi
che si spostano come pietre senza terra
tutto esiste in alcune scie
di grigie fotografie

e ti accorgi che l’abitudine dei numeri
è soltanto una giovane gentilezza non data,
l’idea tristemente appesa di qualunque via

che si somma al fondo di ogni fermata
in quel lento sopraggiungere d’alberi
troppo simile al canto di molte vite stonate

proprio dove una piccola grazia si trattiene
e le panchine si misurano con l’età
lì, dove solo il vento di vesti rimaste
conosce il peso di ogni corpo

intorno alla luna ferma sulle grate
e alla rauca apparenza delle case

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito con tecnologia WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: