“Parchi senza fondi e personale” — Emergenza Cultura

Onda Lucana

Finanziamenti insufficienti, scarse figure professionali e tutele limitate: i parchi e le aree protette, marine e non, nazionali, non se la passano bene e a dirlo è chi ci lavora. I dati,
anonimizzati e raccolti con un questionario, sono nel rapporto Wwf Italia presentato ieri a Roma. La gestione delle aree verdi zoppica.

I numeri. Si parte dal Piano per il parco, approvato in via definitiva solo nel 30% dei casi. Va peggio per il regolamento: se n’è dotato meno del 10%. Insufficienti le risorse per il controllo delle attività illegali, le spese per le attività di monitoraggio e per progetti di conservazione della biodiversità sono inferiori al 10% del budget per la quasi totalità dei Parchi. In nove sono addirittura inferiori al 5%. Mancano, spiega il rapporto, naturalisti o biologi nel 22% dei casi, agronomi e forestali (nel 22%) e nell’83% dei casi non ci sono veterinari e geologi…

View original post 387 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: