L’ESTRAZIONE IN BASILICATA DI IDROCARBURI AI MASSIMI

palesementeparlando

“_ nel triennio 2018-2020. Dalle viscere del Paese saranno estratti complessivamente, nell’arco di tre anni, 20,6 milioni di tonnellate di greggio (17,5 milioni solo in Basilicata) con un risparmio sulla fattura energetica nazionale di 10 miliardiUn vero boom per le fonti fossili nazionali_

A trainare la produzione italiana i due giacimenti petroliferi lucani: dell’Eni in Val d’Agri (già operativo – 80 mila barili di petrolio al giorno) e della Total a Tempa Rossa nella Valle del Sauro (prossimo all’avvio nel 2018 con l’estrazione graduale di 10mila barili al giorno, fino a 50mila a regime).
Queste le stime del presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli
_

Dal 2017 al 2020, la produzione nazionale aumenterà dell’85,3%, mentre quella lucana del 127,6%.
«La situazione in Basilicata è finalmente tornata alla normalità e il 2018 – sottolinea Tabarellisi chiuderà con una produzione nazionale di greggio di 5,5 milioni…

View original post 220 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: