FACEBOOK, UN GIOCO POSTMODERNO (SUL PALCOSCENICO DI SPAZI E PIAZZETTE VIRTUALI) di Gianni Marocci — al BlogBar dell’uvi

Onda Lucana

Ai tempi del Canaletto (Giovanni Antonio Canal, 1697 – 1768) non c’era Internet e il “fenomeno Facebook” non era neppur lontanamente immaginabile.
Le persone si incontravano, parlavano, si scambiavano opinioni, litigavano per poi magari sfidarsi a duello. E tutto ciò avveniva in uno spazio e in un tempo preciso, ben circoscritto e a ciò dedicato: piazze e piazzette erano il palcoscenico sul quale andavano in scena quelle relazioni umane che – oggi – sempre più spesso si intrecciano e si sviluppano sul palcoscenico virtuale del Web.
E’ un bene ? E’ un male ? Ne discute Gianni Marocci che, con il proprio contributo, analizza il fenomeno Facebook proponendoci un punto di vista dialetticamente efficace e suggestivo. E’ un testo impegnativo, che pubblichiamo integralmente dato che l’essere on line non ci pone più quei vincoli di spazio che prima la stampa ci imponeva. E’ un testo che va assimilato senza fretta…

View original post 2.164 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: