Spirito civico e religione tra mondo arcaico e modernità.

Onda Lucana

Spirito civico e religione tra mondo arcaico e modernità. Parte prima.

arcaicita-e-modernita-dellessere-2016-onda-lucana

Tratto da:Onda Lucana by Ivan Larotonda

Giunta ormai al limite della sua esperienza storica, quella civiltà che oggi, semplicemente viene chiamata occidentale, quasi a voler celarla dietro un pudore indotto dal politicamente corretto, (che sarebbe meglio definire corrotto), e che dunque avrebbe meritato almeno un funerale con la stessa carta d’identità che aveva alla nascita, ossia civiltà romana, è utile tracciare un profilo sintetico del mondo arcaico: Di quando tutto gravitava intorno alla Repubblica, fondata sul patto fra Dei e uomini, permeata di civismo scandito e pregiudicato dai riti della religione statale, (Montesquieu era ben lungi dal venire), dopotutto in quel felice tempo di innocente ferocia, tra gli uomini abitavano gli Dei, come sosteneva Hegel. Osservando gli aspetti, che potremmo definire per molti versi eterni o immutabili, perché patrimonio comune in tutti i tempi, (trascendentali al tutto scorre), il…

View original post 2.119 altre parole

Girofondo Vulture 2017

Onda Lucana

gara vulture rionero 2017 foto prodotta da antonio morena by onda lucana_edited.jpg Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Antonio Morena 2017 Rionero in Vulture.

Tratto da :Onda Lucana by Antonio Morena

Riparte la quindicesima manifestazione del Girofondo del Vulture ,una gara ciclistica ,la quale prende sempre piu’ gli appassionati non solo Lucani ,ma di tutte le regioni limitrofe con estensione anche da alcune nazione d’Europa.

Si e’ cominciati con la partenza/arrivo  alle 08,30/  in Via Sauro per passare ai km stradali nel suo complesso di circa 130, divisi in due tronchi :medio di circa 80 km e corto per circa 45 km.

Temperatura accettabile ma variabile a tratti  sole pungente ,per il circuito preparato tolti alcuni punti soleggiati gli atleti hanno potuto godere della frescura verso la direzione dei laghi di Monticchio e dello spettacolare panorama molto suggestivo circostante.

Un territorio che ha  bisogno di essere sponsorizzato attraverso questo tipo di manifestazioni che stimolano l’esplorazione pensata nel futuro,affinche’,non resti tutto…

View original post 78 altre parole

IL PREZZO DELLA MORALE

Onda Lucana

il prezzo della morale linkedin.jpeg Immagine fornita dall’autore 

IL PREZZO DELLA MORALE

Tratto da:Onda Lucana® by Angelo Ivan Leone-Docente di storia e filosofia presso Miur

La vita e le opere di Osip‘emil Evič Mandel’štam, poeta russo

Per la maggior parte dei nostri lettori, ne siamo certi, la figura e la persona di Osip Mandel’štam, così come le sue opere, sono del tutto sconosciute. Niente di male, intendiamoci, essendo la nostra cultura renitente al considerare nei termini giusti tutto il mondo e tutta la grandiosa produzione letteraria slava. Questa naturale propensione del nostro mondo intellettuale, accademico e politico è anche supportata dalla stessa figura di Mandel’štam, semisconosciuto persino nella sua stessa patria. Noi di questo giornale abbiamo cercato di far filtrare un po’ di luce nel limbo dove fluttuano i letterati slavi per la stragrande maggioranza degli italiani, dando ampio spazio al padre della moderna letteratura russa, l’eclettico e gigantesco Aleksandr Sergevič Puškin, la…

View original post 449 altre parole

TORTA DI MELE COTOGNE

Onda Lucana

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Nicola Gallo.jpg Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Nicola Gallo 2018

TORTA DI MELE COTOGNE

Tratto da:Onda Lucana®byNicola Gallo

 Ingredienti:

  • 1 kg di mele cotogne;
  • 250 g di zucchero;

  • 250 g di farina;

  • 3 uova;

  • 1 limone biologico;

-latte, burro e acqua q.b.;

  • 3 cucchiai di olio evo;
  • 1 bustina di lievito vanigliato.

  • zucchero a velo.

Procedimento

Pulite le mele cotogne e tagliatele a fette grosse. Mettetele in un tegame, ricoprite d’acqua, e fate cuocere fin a quando non diventano tenere, sgocciolate dal liquido e lasciate raffreddare, in seguito sbattete le uova con lo zucchero , aggiungete a poco a poco la farina, qualche cucchiaiata del liquido delle mele cotogne, l’olio, la buccia grattugiata del limone, il latte se necessario, e per ultimo il lievito.

Amalgamate bene tutto, accendete il forno a 180°C, versate l’impasto in una teglia imburrata e infarinata, sistemate a colonna le fette…

View original post 38 altre parole

Scuola, Ata: nuovi tagli e tutti al Sud — QuiFinanza

Onda Lucana

(Teleborsa) – Scende a 203.456 lavoratori per il prossimo anno scolastico la dotazione organica complessiva di tutti i profili Ata. Da settembre in Campania ci saranno 115 posti in meno (dal 2011 in complessivo sono 1.045), in Sicilia 73 (in sette anni persi mille posti). La Puglia subisce anch’essa dei tagli pesanti con 98 unità in meno a breve e 854 totali. Seguono la Calabria, la Basilicata, la Sardegna.
Assistiamo, dunque, ad un decremento progressivo non giustificato dalla riduzione del tasso di natalità, perché le scuole del Sud e delle Isole sono anche quelle dove si continua a registrare il maggior numero di abbandoni scolastici, con province che superano il 40% di dispersione. 

Anief, pertanto, rilancia i ricorsi per risarcire i 25 mila precari ogni anno chiamati a supplire in posti vacanti e disponibili, come gli altri 40 mila supplenti brevi che hanno diritto allo stesso trattamento economico…

View original post 22 altre parole

ALFREDINO

Onda Lucana

alfredino-1.jpg Immagine tratta da Web

ALFREDINO

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

La tua immagine sorridente
alla televisione abbiam visto
mentre nel baratro
lentamente si consumava la tua vita!

Straziante la tua vocina più volte abbiam udito:
una mano implorava, mentre l’angoscia ti consumava…!

Solo, nel buio infernale, al freddo, il corpicino seminudo,
lentamente ti spegnevi, invano implorando aiuto…!

Attimi eterni, attimi struggenti il tempo inchiodavano
per l’ansia spasmodica di tanti cuori trepidanti…!

Mani pietose alfin t’han raggiunto
per tirarti fuori da quelle tenebre cupe;
ma inesorabilmente sempre più giù sprofondavi,
inghiottito dalla maledetta gola abissale…!

Creatura innocente, ingenua e gaia,
gli albori della tua vita spensierata vivevi,
ignara di sue pene amare…!

Perché perché tante sofferenze
improvvise addosso ti son cadute
per colpa di incoscienti adulti non adulti…(!)
e per le inefficienze di questa società convulsa!?!

Per tre notti e due giorni,
dove anche i giorni eran notti,
per…

View original post 56 altre parole

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: