Crisi demografica, il primo anno di vita di un bimbo può costare fino a 15mila euro — QuiFinanza

Onda Lucana

(Teleborsa) Siamo il secondo paese più vecchio al mondo. Un vero e proprio allarme demografico quello che riguarda il nostro Paese alle prese con nuovi record, ovviamente negativi, quando si parla di nascite che toccano il nuovo minimo storico.

UN PREOCCUPANTE CALO – I dati riportati dall’Istat nel rapporto su natalità e fecondità recentemente pubblicato fanno la fotografia a una situazione di particolare criticità: nell’arco di 8 anni (dal 2008 al 2016) le nascite sono diminuite di oltre 100 mila unità. Tale mutamento trova conferma anche nei dati raccolti a seguito del monitoraggio effettuato dall’Osservatorio nazionale Federconsumatori sui costi relativi al mantenimento di un figlio nel primo anno di vita.

Inutile tacere che l’incidenza economica sul bilancio familiare è tra i fattori che hanno abbattuto la natalità in Italia, facendo scendere di 100mila unità le nascite negli anni della recessione dal 2008 al 2016.  Constatazione amara quanto verissima. 

View original post 189 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: