MELANZANE GRIGLIATE

Onda Lucana

MELANZANE GRIGLIATE

Tratto da:Onda Lucana by Pina Chidichimo

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017 Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017

Le melanzane grigliate, facili e veloci da realizzare, possono sostituire le solite insalate per accompagnare carne e pesce alla griglia.

Si possono servire anche come antipasto insieme a formaggi e salumi vari.

Ingredienti:

  • 4 melanzane;
  • aglio;
  • menta secca;

  • peperoncino rosso;

  • olio extravergine di oliva;

-sale grosso.

Preparazione: Tagliate il peduncolo alle melanzane, lavatele, asciugatele, quindi tagliatele a fette sottili nel senso della lunghezza. Posizionatele in un colapasta, cospargetele con del sale grosso, e lasciate così per almeno 30 minuti in modo da far perdere il loro liquido amarognolo.

Trascorso il tempo necessario, asciugatele con un canovaccio o con carta da cucina per eliminare il sale. Scaldate sul fuoco una bistecchiera (unta di olio e poi asciugata con carta da cucina ) e iniziate a grigliare le fette di melanzana.

Cuocete…

View original post 68 altre parole

Petreolia una terra in continua evoluzione!!

Onda Lucana

Veliero Lucania in terra Petreolia by Onda Lucana 2017 Copertina tratta da Onda Lucana by Antonio Morena

Petreolia una terra in continua Ri-eVoluzione!!

Tratto da:Onda Lucana by Antonio Morena e Ivan Larotonda

Continua la circumnavigazione del veliero ”Lucania”, impavida la sua eroica impresa senza sosta tra una bella trivella e rotor di pale si fa strada la possente imbarcazione….nel cercar una spiegazione senza mai aver nessuna giustificazione salvo qualche altra bella elezione.

Tanto già si sà la dinastia sà da fà e si con fà a questa gente che si bea di soggiacere a chi sà far bene il suo mestiere.

“Oh….. lucano da popolo pastore a quadrupede belatore”!!

View original post

Ndrangheta lucana: il Pollino “luogo sacro” dei Basilischi. (seconda parte)

Onda Lucana

pollino.jpg Immagine fornita dall’autore-Pollino

Ndrangheta lucana: il Pollino “luogo sacro” dei Basilischi. (seconda parte)

Tratto da:Onda Lucana® by Pino Colaiacovo 

La ndrangheta Lucana, una mafia senza le tradizioni storiche di quella calabrese, con l’avvento dei Basilischi vuole darsi una propria struttura organizzativa, a partire dall’affiliazione dei picciotti che avviene con un battesimo.

Un ritualismo carico di simbologia, tipico delle altre mafie. Un vero e proprio giuramento contraddistingue il momento solenne di ingresso nella “famiglia” di Ndrangheta.

Contrariamente alle altre mafie, per i Basilischi l’affiliazione dei nuovi adepti può avvenire soltanto sul POLLINO. Alla foce del fiume Sinni, luogo sacro nel quale ci si consacra alla famiglia.

L’aspirante Ndranghetista viene scortato sul luogo del battesimo, il Sinni, da tre sentinelle di omertà. Ad aspettarlo la famiglia e il suo Capo con in mano un bastone d’argento, segno del comando.

Suggestiva una parte della formula di affiliazione “Partii…

View original post 231 altre parole

Ndrangheta lucana: dai Basilischi alla Valle del Mercure passando per Elisa Claps (prima parte)

Onda Lucana

Tratto da:Onda Lucana® by Pino Colaiacovo 

immagine web Nicola Gratteri Procuratore della Repubblica di Catanzaro

Storicamente   la Basilicata è stata ritenuta una regione immune da fenomeni mafiosi o di grande criminalità organizzata, la sua marginalità economica e politica l’aveva  preservata per lungo tempo dall’aggressione delle organizzazioni criminali di stampo mafioso.

E’ solo negli anni novanta, con l’arrivo nella Regione della Fiat a Melfi, dei distretti industriali in provincia di Matera, degli aiuti comunitari, il turismo e… infine il petrolio che  accrescono e modificano  il ruolo  della Lucania nel panorama  nazionale, che si aprono gli appetiti delle mafie ed in particolar modo della ndrangheta.

Il primo insediamento della Ndrangheta nella nostra regione avviene negli anni novanta, nel carcere di Melfi, dove si trovano reclusi alcuni affiliati alla mafia Calabrese. Nel penitenziario Melfese vengono costituiti i primi LOCALI di ndrangheta ( è il luogo dove si svolgono le riunioni degli affiliati e…

View original post 308 altre parole

Marione

IL BULBO DEL LAMPASCIONE

Onda Lucana

IL BULBO DEL LAMPASCIONE

Tratto da:Onda Lucana by Pina Chidichimo

Immagine tratta da Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017 Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017.

Il lampascione è una pianta erbacea della famiglia delle liliacee, presenta dei fiori viola. Il bulbo è commestibile , dal sapore amarognolo, viene raccolto dall’inizio dell’ autunno ed è usato per svariate ricette nell’Italia meridionale, soprattutto in Puglia e Basilicata.

Porto voi a far conoscere questa ricetta inusuale per il territorio nazionale ,ma molto diffusa nei luoghi Lucani e limitrofi.

Lampascioni con salsiccia lucana Ingredienti:

  • lampascioni già lessati
  • salsiccia lucana
  • peperoncino secco
  • olio extravergine d’oliva
  • sale .

Preparazione:

Mettete il peperoncino tagliato a pezzetti con l’olio in una padella. Farlo soffriggere qualche secondo dopodiché aggiungete i lampascioni e far insaporire. Dopo circa 10 minuti inserite la salsiccia tagliata a fettine, regolate di sale e far cuocere ancora per qualche minuto. Servite con pane casereccio e del buon vino rosso…

View original post 22 altre parole

CAVATELLI AL POMODORO E BASILICO

Onda Lucana

CAVATELLI AL POMODORO E BASILICO

Tratto da:Onda Lucana by Pina Chidichimo 

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017 Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017.

I cavatelli sono un formato di pasta fatta in casa, scavata con uno o due dita. Fanno parte della tradizione lucana e possono essere conditi con diversi tipi di sugo.

Ingredienti per 4 persone:

Per la pasta:

  • 300 g di semola di grano duro;
  • acqua Per il sugo:
  • 600 g di pomodori;
  • 4 cucciai di olio extravergine di oliva;
  • abbondante basilico;
  • un pizzico di zucchero;
  • sale;
  • ricotta dura grattugiata ( facoltativa ).

Preparazione

Sulla spianatoia mettete la semola a fontana, aggiungete l’acqua e impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Coprite e fate riposare un quarto d’ora. Dividete l’impasto in più parti, formate dei bastoncini lunghi e tagliate a pezzetti di 1 cm.

Schiacciateli con le dita e formate i cavatelli. Se non riuscite con…

View original post 124 altre parole

Le belle immagini della Lucania

Onda Lucana

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2018.jpg Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2018

Tratto da: Onda Lucana®byAntonio Morena

Si ringrazia Pina Chidichimo per averci fornito questa splendida prospettiva della cittadina materana.

View original post

Le belle immagini della Lucania

Onda Lucana

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017.jpg Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2018

Tratto da: Onda Lucana®byAntonio Morena

si completa questa bella foto dai cieli di Lucania inviataci dalla nostra autrice Pina Chidichimo con i versi del testo di un brano musicale “Un Ottico”tratto dall’AlbumNon al denaro non all’amore né al cielo cantata dal noto cantautore  Fabrizio De André .

Vedo che salgo a rubare il sole per non aver più notti, perché non cada in reti di tramonti, l’ho chiuso nei miei occhi,  e chi avrà freddo  lungo il mio sguardo si dovrà scaldare.“

Fabrizio De Andre’

Tratto da:

Un ottico

Brano di Fabrizio De André

Testo

Daltonici, presbiti, mendicanti di vista
Il mercante di luce, il vostro oculista
Ora vuole soltanto clienti speciali
Che non sanno che farne di occhi normali

Non più ottico ma spacciatore di lenti
Per improvvisare occhi contenti
Perché…

View original post 223 altre parole

TORTA AL COCCO VARIEGATA ALLA NUTELLA

Onda Lucana

TORTA AL COCCO VARIEGATA ALLA NUTELLA

Tratto da:Onda Lucana by Pina Chidichimo

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017_e.jpg Immagine tratta da:   Onda Lucana by Pina Chidichimo

La torta cocco e nutella è un dolce soffice da preparare, adatto per la colazione e la merenda, soprattutto amato dai bambini. Si può preparare anche senza nutella, con lo stesso procedimento e le stesse dosi.

Ingredienti:

  • 3 uova;
  • 200g di zucchero;
  • 300g di farina bianca;

  • 100 g di farina di cocco;

  • 100 ml di olio di semi;

  • 200g di nutella;

  • 1 bustina di vanillina;

  • 1 presa di sale;

  • 1 bicchiere di latte;

  • 1 bustina di lievito.

  • nutella e cocco per la copertura.

Preparazione:

Sbattete i tuorli d’uovo con lo zucchero,aggiungete gradatamente l’olio, sale, vanillina, la farina di cocco miscelata con la farina bianca, il lievito, e il latte.

Montate a neve le chiare d’uovo ed incorporatele all’impasto, mescolando delicatamente. Versate il composto ottenuto in uno stampo di 26cm…

View original post 108 altre parole

ORECCHIETTE CON CIME DI RAPA E PEPERONI CRUSCHI

Onda Lucana

ORECCHIETTE CON CIME DI RAPA E PEPERONI CRUSCHI

Tratto da:Onda Lucana by Pina Chidichimo

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017 Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Pina Chidichimo 2017

Le orecchiette con le rape sono un piatto tradizionale del sud Italia. In Basilicata è in uso aggiungere anche i peperoni “cruschi”, cioè croccanti, sono una qualità di peperoni dolci fatti essiccare al sole durante l’estate.

Il termine dialettale ” cruschi ” significa croccanti: friggendoli nell’olio infatti assumono questa caratteristica, versione (patatine in busta). Nella cucina lucana vengono usati per accompagnare diversi piatti, inoltre, la polvere del peperone macinata viene usata per condire i salumi tradizionali.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300g di semola di grano duro;
  • acqua;
  • 250g di cime di rapa già pulite;

  • 4 o 5 peperoni cruschi;

  • 1 peperoncino secco;

  • 1 spicchio di aglio;

  • olio extravergine d’oliva;

  • sale.

Preparazione:

Versate sul piano di lavoro la semola e impastate aggiungendo l’acqua necessaria. Lavorate…

View original post 208 altre parole

GENETICA ED ALIMENTAZIONE: IL FAVISMO

Onda Lucana

favismo Immagine tratta da repertorio web

GENETICA ED ALIMENTAZIONE: IL FAVISMO

Tratto da:Onda Lucana® by Dott. Francesco Nicola Riviello

Il favismo è un difetto congenito di un enzima normalmente presente nei globuli rossi, la glucosio-6-fosfato-deidrogenasi, essenziale per la vitalità degli eritrociti e in particolare per i processi ossidoriduttivi che in essi si svolgono. La carenza di questo enzima provoca un’improvvisa distruzione dei globuli rossi (emolisi) e quindi la comparsa di anemia emolitica con ittero, quando il soggetto che ne è carente, ingerisce fave, piselli, Verbena Hybrida varie droghe vegetali o alcuni farmaci (ad esempio sulfamidici, salicilici, chinidina, menadione, ecc.,) che agiscono da “fattori scatenanti”. Il difetto enzimatico si trasmette ereditariamente con il cromosoma X del sesso: i maschi ne sono colpiti in forma grave mentre le femmine, che sono portatrici del gene anomalo e possono trasmetterlo ai propri figli, si ammalano di forme più lievi.

La malattia si manifesta in modo…

View original post 139 altre parole

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: